Ti trovi in: Home  »  News  »  Il professionista da analogico a digitale
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Il professionista da analogico a digitale

Un sito web può aiutarti a raggiungere nuovi potenziali clienti e se gestito con cura, riesce a rivelarsi una valida cassa di risonanza per la tua attività; uno strumento promozionale addirittura più efficiente del passaparola.

l termine "Digital" è ormai diventato l'altra metà di qualsiasi binomio in ambito professionale.

Documenti, comunicazioni e relazioni stanno subendo quel fenomeno chiamato "Digital transformation" per cui i documenti sono digitalizzati, le comunicazioni avvengono sempre più spesso attraverso la posta elettronica o le newsletter e le relazioni sono sempre più "social" e cioè governate da strumenti che fino a poco tempo fa si pensavano solo adatti a scopi ludici.

Gli studi professionali, per adeguarsi a queste novità, hanno dovuto aggiornare il loro modo di lavorare dotandosi di infrastruttura tecnologica adeguata; questo adeguamento ha permesso di migliorare l'efficienza operativa del proprio studio rispetto ai livelli antecedenti la trasformazione digitale.

Se l'aspetto operativo ha richiesto uno sforzo di carattere economico e organizzativo indispensabile per migliorare l'efficienza, molti professionisti hanno continuato a rivolgersi al mercato in modo tradizionale, tralasciando l'aspetto forse più importante della trasformazione digitale: la relazione e la comunicazione.

Fino a pochi anni fa uno studio acquisiva nuovi clienti attraverso il passaparola, l'antesignano dell'inbound marketing.

Un professionista veniva contattato perché un suo cliente aveva parlato bene di lui a un'altra persona e da lì nasceva una nuova opportunità di collaborazione. Si potrebbe definire un'attività di "marketing passivo".

Il passaparola moderno digitale è tutt'altro che passivo perché si muove su canali diversi: i social media e i siti web, che per definizione sono orientati a una platea molto più ampia e inter-attiva; di conseguenza un professionista che vuole aumentare la propria visibilità deve uscire allo scoperto e pubblicare un sito web, che diventa così il principale strumento di comunicazione, in modo palese e chiaro: quello che si dice "metterci la faccia".

Questo "coming out" comporta anche un approccio diverso alla comunicazione perché si introducono concetti di "digital branding", che ci riporta alla prima affermazione di questo post sulla composizione di questo binomio.

Ma perché per un libero professionista è importante avere un sito web?

Le motivazioni sono infinite e tra le principali:

Visibilità
Geometra, Architetto o Avvocato… non importa quale sia il settore in cui operi. Un sito web può aiutarti a raggiungere nuovi potenziali clienti e se gestito con cura, potrebbe rivelarsi una valida cassa di risonanza per il tuo business; uno strumento promozionale addirittura più efficiente del passaparola.

Per esempio potresti creare una sezione in cui pubblicare i tuoi progetti più importanti e dare così al potenziale cliente una dimostrazione concreta delle tue capacità.

Poca concorrenza online

Per un Professionista oggi è ancora possibile posizionarsi bene sui motori di ricerca. Complici i falsi miti sopra citati, per quanto riguarda la libera professione il web è un mondo ancora inesplorato ed è quindi più semplice aggiudicarsi una posizione di favore in SERP. Basta affidarsi ad un team esperto capace di organizzare un buon lavoro di Article Marketing.

Per concludere; vista la mole di Professionisti che ogni giorno scoprono questo importantissimo strumento vorremmo ricordarti che la quantità di tuoi potenziali Clienti si sta rivolgendo al mercato online, privandoti della posibilità di ricevere chiamate che stanno favorendo invece tutti i Professionisti tuoi "concorrenti"; quella della presenza digitale, oramai, è un'ipotesi che non possiamo più scartare.

Chiedi informazioni Stampa la pagina