Ti trovi in: Home  »  News  »  Perché avere un sito internet professionale
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Perché avere un sito internet professionale

Ogni giorno troviamo on line guide di personaggi che parlano di siti web professionali fai da te, che magari propongono piccole guide a cifre non impegnative per spiegare la strada del successo con pochi click, ma, pensiamoci bene, come mai tutte le Aziende che GUADAGNANO davvero investono "altre" cifre per un sito internet importante?

Partiamo dal presupposto che ci rivolgiamo alle Aziende ed ai Professionisti, che usano il web per lavoro o per cercare comunque di mettere on line le loro abilità lavorative, e che quindi sia doveroso fare un po' di chiarezza su molti aspetti del perché avere un sito internet professionale sia una scelta migliore del far da sé.

I media iniziano a proporre, oramai ogni giorno, soluzioni per il web che sembrano essere alla portata di tutti, ma non parlano mai di garanzie di successo né portano esempi di lavori fatti e di aziende particolarmente soddisfatte, perché? Se queste soluzioni sono così innovative e così convenienti, come mai non sono usate da tutti? Facciamo un semplice calcolo, con uno spot televisivo, ci propongono un pacchetto, linea adsl, mail professionale (cosa vuol dire? mah...), sito internet, e chi più ne ha più ne metta, ma chi guadagna di sicuro in tutto questo se non chi propone l'offerta "allettante"?

Si vuole solo fare alcune considerazioni generali che dovrebbero far riflettere chi si sta avvicinando al web; con qualche migliaia di attivazioni, crediamo che il gestore si pavoneggi a fine anno per aver fatto buoni fatturati, ma le aziende hanno veramente trovato beneficio nei servizi attivati?

Non si sottovaluti la forza del web, non si creda che un sito possa essere on line con qualche spicciolo perché le grandi aziende che stanno emergendo, stanno investendo molto.

Vediamo alcune considerazioni, molto basilari per un sito internet professionale:

  • Parte tecnica ottimizzata per i motori di ricerca e implementabile nel tempo
  • È l'immagine dell'azienda nel web
  • È strutturato con una logica chiara e semplice
  • Ha una navigabilità elementare
  • Arriva al punto dell'argomento
  • Segue logiche nei colori e nei font grafici

Avere un sito web professionale per la nostra immagine

Ogni giorno troviamo on line guide di personaggi che parlano di siti web professionali fai da te, che magari propongono piccole guide a cifre non impegnative per spiegare la strada del successo con pochi click, ma, pensiamoci bene, come mai altre aziende investono altre cifre per un sito internet importante? Vogliamo un po' sfatare questo mito del facile, gratis e subito on line, perché abbiamo appurato che un sito internet deve essere fatto con dei criteri che non sempre sono così immediati e intuitivi; l'appassionato trova molte opportunità per "divertirsi", per fare blog o per piccoli lavoretti personali, ma l'azienda o il professionista, dovrebbe ponderare bene questa scelta e dovrebbe saper ben coadiuvare investimenti specifici sul settore. Siamo grandi amanti del sistema open source, conosciamo e usiamo software come joomla o altri generatori di codici per abbattere costi iniziali di programmazione, ma in questi anni abbiamo cercato di valorizzare un aspetto troppo spesso sottovalutato, ovvero "come ci trova un cliente?", se il progetto non è ben posizionato nelle comuni ricerche, come possiamo sviluppare il nostro business? Pensiamo di investire in campagne a pagamento? Magari ci hanno detto che con poche centinaia di euro possiamo avere risultati?... beh, provate e poi vedrete che tornerete alla ricerca di un'azienda che fa questo lavoro per mestiere e non per gioco.

Un'azienda di professionisti sa fare questo lavoro, e sa come muoversi nei dettagli, sa come scrivere un titolo, come metterlo e come risaltarlo, mentre un neofita in genere si perde al primo passaggio; "voglio essere trovato con il mio nome" ci chiedono spesso, e, rispondiamo, che senso ha? se uno sa come ti chiami, sa come trovarti, no?... altra domanda che spesso ci viene fatta è come guadagnare con le pubblicità di google, cosa che meriterebbe un contenuto a sé, perché c'è molta confusione sull'argomento: google propone dei banner che se un cliente clicca, ci danno dai 20 cent a 50/70 cent a click, ma notiamo una cosa: il cliente in quel momento lascia il nostro sito, a pochi cent a click, quante visite dobbiamo avere al giorno per guadagnare? Noi come ci comportiamo con siti che ci consigliano di andare altrove?

Perché un sito internet professionale?

Perché è doverosa un'altra precisazione, dobbiamo distinguere questi aspetti:

  • Voglio un sito per divertirmi?
  • Voglio un sito per la mia attività?

Perché spesso il confine è sottile, ma le differenze sono astronomiche, e chi pubblicizza il fai da te dovrebbe dirlo, e non usare poi lo scudo dell'aver speso poco, no? Se aziende come la Coca cola, investono capitali enormi per sostenere il brand è perché ne hanno o perché sanno che è il solo modo per primeggiare nel mercato? Certo l'esempio è estremo, ma si dovrebbe sempre estremizzare per farsi un'idea, perché sappiamo bene che la Coca cola è il colosso che è, perché un signore pian piano ci ha creduto, vero? non è che un giorno, è spuntata dalle nuvole... pian piano si è conquistata una fetta di mercato e, oggi, lotta per rimanerci nonostante agguerrite concorrenze.

Generatori di codice, open source e professionalità: ma quello che costa poco, quanto vale?

La nascita di molte aziende che mettono nel mercato generatori di codici sta dando false speranze, perché è vero che fanno prodotti piacevoli e funzionali, ma alla fine, senza i "consigli" di professionisti, anche quei sistemi sono inaccessibili, e non dimentichiamo che necessitano di costanti aggiornamenti che altrimenti rendono vulnerabile il progetto (per esperienza i siti non aggiornati possono essere "bucati" in gergo, e vi potreste trovare una faccina sorridente al posto dell'home page).

L'esempio è un po' estremo e forse esagerato ma rende l'idea vi fidereste di consigli on line per curare una qualsiasi cosa che vi fa star male?, speriamo di no, perché un discorso è farsi un'idea e voler approfondire, un discorso è prendere medicinali perché si è visto in un sito che fanno bene; il concetto è un po' quello, un sito è un investimento, non un gioco, e alla lunga deve dare risultati concreti, deve avere un sostanzioso numero di accessi, poi questi varieranno da settore a settore, e deve creare interesse nei visitatori, sempre in base a cosa si propone. Un sito professionale è fatto di tanti piccoli accorgimenti che lo rendono appunto professionale, mentre un gioco è un momento di svago che può dare anche dei risultati piacevoli, ma di certo non ci sentiamo di consigliare.

Tutto quanto detto è frutto di esperienze concrete, sono resoconti di lavori fatti, test eseguiti in anni di lavoro in cui siamo passati da utilizzare cms open source a costruire codici ad hoc per testarne le differenze in posizionamento nei motori di ricerca e per testarne il riscontro del pubblico.

Una solo cosa sentiamo di dire e consigliare a chi vuole un sito per un contesto lavorativo, diffidate di situazioni economiche e di situazioni fai da te perché alla lunga sono solo soldi buttati via.

Chiedi informazioni Stampa la pagina